Ciao, sono
Andrea Vannucci

Dopo questi anni da
assessore di Firenze
a fianco di Dario Nardella,
mi candido a sostegno
di Eugenio Giani,
per rappresentare
la città che amo e che
non lascerò mai.

Ciao, sono Andrea Vannucci

Dopo questi anni da assessore di Firenze a fianco di Dario Nardella,
mi candido a sostegno di Eugenio Giani, per rappresentare la città che amo e che non lascerò mai.

Guarda la mia
intervista completa

Guarda la mia
intervista completa:

Primi passi

Ho sempre avuto Firenze nel cuore, fin da quando da piccolo ho mosso i primi passi nel mio quartiere di origine, Le Cure. Quando mi sono trasferito a Roma per proseguire la formazione giuridica, politica e internazionale, non vedevo l’ora di tornare a Firenze nei weekend, e appena finito il dottorato di ricerca, decisi che non potevo più stare lontano dalla mia città. Al ritorno a Firenze parlavo quattro lingue, tutte con la C aspirata.

I primi 5 anni da Assessore di Firenze

Nel 2014 mi sono candidato a fianco del Sindaco Dario Nardella e come assessore allo Sport, Politiche giovanili, Toponomastica e Tradizioni popolari ho lavorato senza sosta per restituire ai cittadini dei servizi e delle strutture migliori di quelle che avevo trovato. 

Abbiamo lavorato in squadra, rinnovando i campi di tutte le società sportive della città, compresi, per la prima volta, quelli dei quattro Colori del Calcio storico. Abbiamo aperto palestre, sistemato gli spogliatoi, creato e rinnovato skate park, ascoltato cosa gli sportivi chiedevano al Comune e trovato le risorse necessarie. 

Abbiamo vissuto eventi indimenticabili come i mondiali di volley, le Final8 di basket, finali scudetto di pallanuoto, il Festival di Dragon Boat con le Donne in rosa, i Trisome games, il grande pugilato, le maratone, gli all star game e tantissimi altri.. 

Abbiamo valorizzato la street art nella nostra città, omaggiando Mandela, Silvano Sarti fino al grande ai murales nel tunnel della Tramvia.

Primi passi

Ho sempre avuto Firenze nel cuore, fin da quando da piccolo ho mosso i primi passi nel mio quartiere di origine, Le Cure. Quando mi sono trasferito a Roma per proseguire la formazione giuridica, politica e internazionale, non vedevo l’ora di tornare a Firenze nei weekend, e appena finito il dottorato di ricerca, decisi che non potevo più stare lontano dalla mia città. Al ritorno a Firenze parlavo quattro lingue, tutte con la C aspirata.

I primi 5 anni da Assessore di Firenze

Nel 2014 mi sono candidato a fianco del Sindaco Dario Nardella e come assessore allo Sport, Politiche giovanili, Toponomastica e Tradizioni popolari ho lavorato senza sosta per restituire ai cittadini dei servizi e delle strutture migliori di quelle che avevo trovato. 

Abbiamo lavorato in squadra, rinnovando i campi di tutte le società sportive della città, compresi, per la prima volta, quelli dei quattro Colori del Calcio storico. Abbiamo aperto palestre, sistemato gli spogliatoi, creato e rinnovato skate park, ascoltato cosa gli sportivi chiedevano al Comune e trovato le risorse necessarie. 

Abbiamo vissuto eventi indimenticabili come i mondiali di volley, le Final8 di basket, finali scudetto di pallanuoto, il Festival di Dragon Boat con le Donne in rosa, i Trisome games, il grande pugilato, le maratone, gli all star game e tantissimi altri.. 

Abbiamo valorizzato la street art nella nostra città, omaggiando Mandela, Silvano Sarti fino al grande ai murales nel tunnel della Tramvia.

Il 2° mandato da Assessore di Firenze

In seguito alle elezioni del 2019 ho ricevuto dalla città e dal Sindaco Nardella l’onore di essere riconfermato, questa volta come Assessore a Welfare e Sanità, Lavoro e Casa.

Grazie al gioco di squadra e lavorando duro abbiamo raggiunto importanti risultati: dalla gestione delle problematiche dell’accoglienza, alla sperimentazione dell’infermiere di famiglia, al piano di riqualificazione degli alloggi popolari fino alla gestione di crisi occupazionali e al superamento del campo del Poderaccio.

La gestione della crisi sanitaria

Poi è arrivata la crisi sanitaria, in cui abbiamo dovuto fronteggiare un’emergenza senza precedenti. Abbiamo sostenuto i più fragili, realizzato i buoni spesa per 21mila fiorentini, il contributo affitto straordinario per chi ne aveva più bisogno, fornito assistenza psicologica gratuita a tutte le persone che avevano ricevuto traumi dalla pandemia, distribuito oltre 3mila pacchi alimentari a settimana, insieme al mondo del volontariato e del Terzo settore organizzato la consegna a domicilio della spesa e dei farmaci.

Sempre con le maniche rimboccate ho ascoltato tante persone e lavorato ininterrottamente, perché questo è quello che deve fare chi sceglie di mettersi a disposizione della cittadinanza.

Il 2° mandato da Assessore di Firenze

In seguito alle elezioni del 2019 ho ricevuto dalla città e dal Sindaco Nardella l’onore di essere riconfermato, questa volta come Assessore a Welfare e Sanità, Lavoro e Casa.

Grazie al gioco di squadra e lavorando duro abbiamo raggiunto importanti risultati: dalla gestione delle problematiche dell’accoglienza, alla sperimentazione dell’infermiere di famiglia, al piano di riqualificazione degli alloggi popolari fino alla gestione di crisi occupazionali e al superamento del campo del Poderaccio.

La gestione della crisi sanitaria

Poi è arrivata la crisi sanitaria, in cui abbiamo dovuto fronteggiare un’emergenza senza precedenti. Abbiamo sostenuto i più fragili, realizzato i buoni spesa per 21mila fiorentini, il contributo affitto straordinario per chi ne aveva più bisogno, fornito assistenza psicologica gratuita a tutte le persone che avevano ricevuto traumi dalla pandemia, distribuito oltre 3mila pacchi alimentari a settimana, insieme al mondo del volontariato e del Terzo settore organizzato la consegna a domicilio della spesa e dei farmaci.

Sempre con le maniche rimboccate ho ascoltato tante persone e lavorato ininterrottamente, perché questo è quello che deve fare chi sceglie di mettersi a disposizione della cittadinanza.

Un solo voto può diventare tante cose

Un solo voto
può diventare
tante cose

Un solo voto può diventare tante cose

Il sindaco di Firenze Dario Nardella sostiene Andrea Vannucci

Il Presidente delle Regione Emilia Romagna Simone Bonaccini sostiene Andrea Vannucci

Le mie idee per il futuro: da Firenze alla Toscana

Quello in cui credo, quello che voglio fare.

Le mie idee per il futuro: da Firenze alla Toscana

Quello in cui credo, quello che voglio fare.

LAVORO

Ripartiamo dalla tutela dei lavoratori: nell’industria, nei servizi, nella cooperazione sociale. Rivediamo la burocrazia perché non sia un freno, ma una spinta verso il benessere delle imprese.

LAVORO

Ripartiamo dalla tutela dei lavoratori: nell’industria, nei servizi, nella cooperazione sociale. Rivediamo la burocrazia perché non sia un freno, ma una spinta verso il benessere delle imprese.

GRANDI OPERE

Per dare nuova energia – sul piano sociale ed economico – al nostro territorio, occorre creare e rinnovare le infrastrutture, a partire dai trasporti.

GRANDI OPERE

Per dare nuova energia – sul piano sociale ed economico – al nostro territorio, occorre creare e rinnovare le infrastrutture, a partire dai trasporti.

SANITÀ

Credo nelle istituzioni che hanno a cuore la salute dei cittadini. L’esperienza della pandemia deve essere lo stimolo per rendere più forte, accessibile ed equa la Sanità Toscana, iniziando dal valorizzare e tutelare il personale sanitario.

SANITÀ

Credo nelle istituzioni che hanno a cuore la salute dei cittadini. L’esperienza della pandemia deve essere lo stimolo per rendere più forte, accessibile ed equa la Sanità Toscana, iniziando dal valorizzare e tutelare il personale sanitario.

SPORT

La mia esperienza mi insegna che investire nello sport premia sul piano della salute, della socialità, dello spirito civico. Lo sport è un gioco serio, a cui tutti hanno il diritto di partecipare.

SPORT

La mia esperienza mi insegna che investire nello sport premia sul piano della salute, della socialità, dello spirito civico. Lo sport è un gioco serio, a cui tutti hanno il diritto di partecipare.

ASSOCIAZIONISMO

L’associazionismo è il cuore pulsante della Toscana. Ogni giorno un esercito di volontari si occupa con amore ed energia delle nostre comunità: è un valore inestimabile che va tutelato.

ASSOCIAZIONISMO

L’associazionismo è il cuore pulsante della Toscana. Ogni giorno un esercito di volontari si occupa con amore ed energia delle nostre comunità: è un valore inestimabile che va tutelato.

CASA

Ogni cittadino ha diritto a una casa che sia sana e sicura: un luogo dove possono crescere sogni, speranze, relazioni. È fondamentale tutelare e sostenere le fasce più deboli della popolazione, così come gli inquilini e i proprietari in situazioni di difficoltà.

CASA

Ogni cittadino ha diritto a una casa che sia sana e sicura: un luogo dove possono crescere sogni, speranze, relazioni. È fondamentale tutelare e sostenere le fasce più deboli della popolazione, così come gli inquilini e i proprietari in situazioni di difficoltà.

DIRITTI

Sogno la Toscana come terra d’incontro di uomini e di mondi. Un sogno che si può realizzare grazie ad azioni coraggiose: iniziamo dalle pari opportunità per tutti.

DIRITTI

Sogno la Toscana come terra d’incontro di uomini e di mondi. Un sogno che si può realizzare grazie ad azioni coraggiose: iniziamo dalle pari opportunità per tutti.

SCUOLA

Garantire un’esperienza formativa completa, dalla didattica alla socializzazione, è un dovere che abbiamo verso le nuove generazioni. Riaprire le scuole in sicurezza è una priorità, per il benessere degli alunni, delle famiglie, degli insegnanti e di tutto il personale scolastico.

SCUOLA

Garantire un’esperienza formativa completa, dalla didattica alla socializzazione, è un dovere che abbiamo verso le nuove generazioni. Riaprire le scuole in sicurezza è una priorità, per il benessere degli alunni, delle famiglie, degli insegnanti e di tutto il personale scolastico.

CULTURA

Da Toscani, il nostro compito è quello di continuare a far risplendere i nostri territori di Cultura e di Arte come hanno fatto i nostri illustri predecessori, valorizzando la realizzazione di contenuti, approfondimenti ed eventi culturali e creando opportunità per chi lavora in questo settore per noi fondamentale.


DIRITTI

Sogno la Toscana come terra d’incontro di uomini e di mondi. Un sogno che si può realizzare grazie ad azioni coraggiose: iniziamo dalle pari opportunità per tutti.


SCUOLA

Garantire un’esperienza formativa completa, dalla didattica alla socializzazione, è un dovere che abbiamo verso le nuove generazioni. Riaprire le scuole in sicurezza è una priorità, per il benessere degli alunni, delle famiglie, degli insegnanti e di tutto il personale scolastico.

CULTURA

Da Toscani, il nostro compito è quello di continuare a far risplendere i nostri territori di Cultura e di Arte come hanno fatto i nostri illustri predecessori, valorizzando la realizzazione di contenuti, approfondimenti ed eventi culturali e creando opportunità per chi lavora in questo settore per noi fondamentale.

lavoro

icona-1

Ripartiamo dalla tutela dei lavoratori: nell’industria, nei servizi, nella cooperazione sociale. Rivediamo la burocrazia perché non sia un freno, ma una spinta verso il benessere delle imprese.

grandi opere

icona-2

Per dare nuova energia – sul piano sociale ed economico – al nostro territorio, occorre creare e rinnovare le infrastrutture, a partire dai trasporti.

sanità

icona-3

Credo nelle istituzioni che hanno a cuore la salute dei cittadini. L’esperienza della pandemia deve essere lo stimolo per rendere più forte, accessibile ed equa la Sanità Toscana, iniziando dal valorizzare e tutelare il personale sanitario.

sport

icona-4

La mia esperienza mi insegna che investire nello sport premia sul piano della salute, della socialità, dello spirito civico. Lo sport è un gioco serio, a cui tutti hanno il diritto di partecipare.

associazionismo

icona-1

L’associazionismo è il cuore pulsante della Toscana. Ogni giorno un esercito di volontari si occupa con amore ed energia delle nostre comunità: è un valore inestimabile che va tutelato.

casa

icona-2

Ogni cittadino ha diritto a una casa che sia sana e sicura: un luogo dove possono crescere sogni, speranze, relazioni. È fondamentale tutelare e sostenere le fasce più deboli della popolazione, così come gli inquilini e i proprietari in situazioni di difficoltà.

diritti

icona-3

Sogno la Toscana come terra d’incontro di uomini e di mondi. Un sogno che si può realizzare grazie ad azioni coraggiose: iniziamo dalle pari opportunità per tutti.

scuola

icona-4

Garantire un’esperienza formativa completa, dalla didattica alla socializzazione, è un dovere che abbiamo verso le nuove generazioni. Riaprire le scuole in sicurezza è una priorità, per il benessere degli alunni, delle famiglie, degli insegnanti e di tutto il personale scolastico.

Scrivimi e contattami
info@andreavannucci.it
+39 339 459 9929

Scrivimi e contattami
info@andreavannucci.it
+39 339 459 9929

Social stream

Seguimi sui canali social per essere sempre aggiornato.

andrea-vannucci-banner

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca